ENGLISH

PILLOLE DI EDUCAZIONE EMOTIVA

 . Per mantenere una buona sintonia emotiva con i figli anche in
presenza di difficoltà e malessere personali occorre che pensieri,
stati d’animo e sentimenti riferibili a quelle difficoltà e a
quel malessere siano chiari e coscienti nella mente dell’adulto.
I bambini, possedendo la capacità di intuire e comprendere la
natura di quei pensieri, hanno la possibilità di rimanere comunque
sufficientemente tranquilli e sicuri, percependo che
non si tratta di un pericolo per se stessi e soprattutto che quel
malessere non dipende da loro. Quando i bambini non sono
messi nella condizione di percepire e attribuire giusti significati
agli stati d’animo dei genitori, finiscono quasi sempre con
l’angosciarsi e stare male.


• Dopo il primo anno, il papà è la figura più idonea per aiutare
la neomamma e il figlio a staccarsi l’una dall’altro e a evitare
prolungate quanto inadeguate condotte fusionali.


• Occorre evitare di minare il desiderio di esplorazione e di conoscenza
dei figli, astenendosi da un eccessivo interventismo,
ma rassicurando anche sul fatto che noi ci siamo sempre.


• Niente illusioni: non è possibile sostituire il rapporto tra genitori
e figli con giocattoli costosi, beni materiali di ogni tipo e
merci in abbondanza. Lo scambio comunicativo, affettivo ed
emotivo è insostituibile.


• Interessarsi alle emozioni dei bambini, trasformandole in
occasioni di intimità, dialogo, vicinanza e condivisione, si rivela
normalmente un ottimo allenamento per aiutare i figli a
fidarsi dei propri sentimenti e a sviluppare una buona stima di sé.



Infosoft Viterbo