ENGLISH

PILLOLE DI EDUCAZIONE EMOTIVA

• Occorre dare continuità alla relazione, evitare interruzioni frequenti
e ripetere i gesti di accudimento (introducendo però
sempre piccole variabili per non disattivare completamente
l’attenzione) favorenti sia la tranquillità sia l’eccitazione, stando
attenti a non sovrastimolare né abbassare troppo i livelli di
attivazione: più o meno come parlare a un amico. Se si urla,
si bisbiglia o si interrompe di continuo la comunicazione,
qualsiasi interlocutore rimarrebbe frastornato: figuriamoci un
bimbo piccolo.

• Per ottenere una buona interazione in profonda sintonia con le
esigenze del bambino, bisognerà evitare condotte ansiose, iperprotettive,
invadenti, intrusive, evasive, incongruenti e ambivalenti.
Andrebbe inoltre evitata l’eccessiva rotazione delle principali
figure di accudimento, almeno per il primo anno di vita.

• È opportuno che mamma e papà, dopo il primo anno, favoriscano
nel figlio l’esplorazione attiva, evitando di sovrapporsi
alle condotte esplorative stesse e di anticipare le scoperte del
piccolo, togliendogli la possibilità di sperimentare l’autono260
Mio figlio mi legge nel pensiero
mia, il gusto dell’intraprendenza, la novità, la capacità di incidere
sull’ambiente e le emozioni connesse.



Infosoft Viterbo